My hair care!

Buongiorno bellezze,

oggi voglio parlarvi delle cure che riservo ai miei capelli e dei prodotti che utilizzo.Ultimamente li ho accorciati un bel pò perchè, avendo fatto lo shatush tempo fa, le punte erano ormai disastrate; e poi perchè ad essere sincera, BASTA CON LO SHATUSH!!!! Cerco di essere sempre costante con le cure anche se, qualche volta, a causa del poco tempo e delle pigrizia, salto qualche passaggio 😛 Credo che i capelli siano la cornice del nostro viso, e se sono trascurati, secchi, sciupati faranno apparire trasandati; non basta avere un meraviglioso trucco e degli abiti impeccabili… se i capelli non sono curati ne risentirà tutto il complesso. Quindi armiamoci di santa pazienza e coccoliamo i nostri capelli giorno dopo giorno 🙂 Il primo step che faccio prima del lavaggio dei capelli, è fare un impacco con l’olio di semi di lino dei Provenzali.

Immagine

Utilizzo quest’olio da molti anni e mi sono trovata sempre benissimo. Lo uso sempre e solo prima dello shampoo e non come finish perchè mi lascia le punte troppo unte. Lo tengo in posa più tempo possibile in modo che il prodotto penetri bene nella fibra capillare e ammorbidisca il capello. E’ davvero efficace, con il tempo i capelli sono più lucenti, più forti e contrasta la formazione delle doppie punte; lo consiglio vivamente 🙂

Una volta terminato il tempo di posa, procedo con il lavaggio dei capelli. Al momento sto usando lo shampoo alle mandorle dolci di Bottega Verde.

Immagine

Si tratta di uno shampoo delicato adatto quindi a lavaggi frequenti. Mi sto trovando abbastanza bene con questo shampoo e, quando lavo i capelli, ho la sensazione di utilizzare uno shampoo con ingredienti naturali. Vi avevo già parlato della sensazione “dita su vetro pulito” 😛 è sgrassante però non aggressivo e una volta asciutti i miei capelli sono morbidi come quelli di un bambino. Una domanda che mi hanno fatto spesso da quando uso questo shampoo: “ma hai fatto un riflessante ai capelli?” Beh no, non ho fatto nulla, semplicemente io ho un colore di capelli sfaccettato, castano con riflessi ramati/dorati. L’unica cosa che mi viene in mente è che lo shampoo illumini i capelli ed enfatizzi molto il colore e quindi alla luce si notano molto di più i miei riflessi naturali. Unica cosa negativa: l’odore è buono se vi piace la mandorla, ma alla lunga stanca.

Dopo lo shampoo uso alternativamente il balsamo o la maschera. Come balsamo sto utilizzando lo Splend’or ai fiori di mandorlo e karitè.

Immagine

Del fratello gemello di questo balsamo, quello al cocco, ne ho parlato in questo post. Confermo tutto ciò che ho detto anche per questo balsamo 😉

Come maschera sto usando l’Elvive della l’oreal,

Immagine

 Indicata sopratutto per le meches perchè aiuta non fare sbiadire il colore. Io l’ho utilizzata nel mio periodo shatush e devo dire che il colore era sempre brillante. Sto continuando a usarla anche adesso e non mi trovo male; districa i capelli, li nutre e li lascia morbidi e luminosi. Ha un odore celestiale, di miele e pappa reale, e cosa molto positiva, agisce in 1-2 minuti quindi non è necessario stare mezz’ora con la pappetta in testa 😛 Si risciacqua altrettanto velocemente.

Ultimo passaggio prima di asciugare i capelli, è mettere i cristalli liquidi sulle punte. Io uso quelli ai semi di lino della parisienne.

Immagine

Li utilizzo da moltissimo tempo, principalmente perchè non mi lasciano per nulla le punte unte. Bisogna metterne una quantità minima, e aiutano a proteggere le punte dai danni del calore del phon oltre che a riportare la cuticola nella sua posizione naturale chiusa.

Questi sono gli step che faccio io per avere capelli nutriti, sani e luminosi. C’è da dire che io uso molto poco la piastra e non faccio tinture, quindi il mio capello non è particolarmente stressato. Fatemi sapere se avete provato questi prodotti e come procedete voi per la vostra hair care. Un bacio e alla prossima 😉

da multicolor a…

Buongiorno bellezze,

l’altro giorno su richiesta di Ilenia, mi sono improvvisata parrucchiera! Si sa in tempo di crisi bisogna arrangiarsi a fare un pò di tutto 😛 Sottolineo la parola “improvvisazione” proprio perchè io non sono una parrucchiera (anche se sono appassionata del settore), e dunque ogni risultato, positivo o negativo, è stato solo un tentativo nella piena responsabilità di Ilenia. Nessuno è stato maltrattato per questo folle esperimento eheheh Come da titolo, l’aggettivo multicolor non è usato come eufemismo o a caso, ma realmente il capello di partenza era un’accozzaglia di colori. I capelli erano stati trattati da shatush, fatto per due volte, da una tintura rosa scolorita (non rossa, proprio rosa O_O), da una ricrescita nera; insomma Ilenia si è sbizzarrita molto e ha creduto che i suoi capelli fossero una tela nella quale poter dipingere un quadro astratto 😉 Ovviamente in seguito a tutti questi trattamenti il capello era abbastanza sfibrato e indebolito, e io ho rincarato la dose! Scherzo, inevitabilmente il capello si è ulteriormente indebolito dal trattamento che sto per mostrarvi, ma era necessario dare un colore uniforme 🙂 Vi faccio vedere step by step come procedere per avere questi risultati:

Immagine

Immagine

Come potete notare non ci siamo distanziati troppo dal color rame, ma abbiamo reso uniforme il colore, eliminato i ciuffi biondi ossigenati e ottenuto solo qualche riflesso oltre che maggiore luminosità.

1° STEP: Ho mescolato due bustine e mezzo di polvere decolorante con l’ossigeno a 40 volumi, dosando a occhio fino a quando non si ottiene una crema abbastanza densa da non colare ma non troppo pastosa.

Immagine

Immagine

Durante l’applicazione ho insistite sulle radici perchè da nere dovevano totalmente ossidarsi, e ho applicato in maniera più blanda la decolorazione sulle lunghezze e sulle punte perchè erano già state in parte schiarite dagli shatush precedenti. Il tempo di posa è gestibile da voi in base al livello di schiaritura: più la tenete su maggiormente i vostri capelli si schiariranno. Io l’ho lasciata in posa 40 minuti circa.

Immagine

Una volta asciutti questo sarà il risultato:

Immagine

Ora, se volete assomigliare a Spike, il personaggio di Buffy l’ammazzavampiri http://www.riutort.se/bilder/spike09.jpg potete vestirvi, uscire di casa e rimanere così 😛 altrimenti è il caso di procedere con il secondo step:

2° step: mescolate una tintura (io ho utilizzato quella della marca vitalcare biondo scuro rame) con l’acqua ossigenata, (questa volta l’ho utilizzata di 20 volumi), e mescolate fino a quando i due composti si saranno amalgamati bene. Applicate e tenete in posa 30 minuti.

Immagine

Immagine

Una volta terminato il tempo di posa e asciugato i capelli, avrete ottenuto un bel rosso rame acceso di riflessi.

Immagine

Immagine

ff

A Ilenia il risultato è piaciuto e questo è l’importante. Sicuramente avrò sbagliato qualcosa, magari le parrucchiere che leggeranno questo post mi staranno maledicendo, però penso che il primo passo per imparare è tentare e sopratutto il segreto di una buona parrucchiera è accontentare il cliente… spesso ciò non è tanto ovvio 😉

un bacio a tutti e alla prossima!!